giovedì 16 agosto 2012

La foresta nera demodè

Buondì reduci del Ferragosto! Che avete fatto ieri?
Vi dirò, questa non è proprio la mia festa. 
Il mare mi mette ansia: noia mortale, granelli di sabbia ovunque, il libro che non riesci mai a leggere grazie agli schiamazzi del vicino "educatissimo" e dei suoi pargoli. Insomma, io in spiaggia sono proprio il classico cavolo a merenda, o forse peggio, e finisco sempre con l'ammazzare  il tempo a suon di birre al bar, tornando a casa con più panza di prima, un gran mal di testa e un colorito mozzarella che ve lo raccomando.
Per poi sentirmi dire dallo scemo di turno "Ah, ma non eri andata al mare ieri, sei così b i a n c a"
Oltre al danno, la beffa.
Vorrei aprire un capitolo analogo sulle gite fuori porta, ma perchè ripetermi? I bar son dappertutto, anche fuori dalla famosa porta, e sembra che ce li mettano apposta per farmi scongiurare la noia.
Stare a casa a spignattare e a fare foto allegramente è l'unica soluzione possibile, al riparo da caldo torrido, maleducati e...bar ;)
E quale migliore occasione se non il Ferragosto per sfoggiare una "leggerissima" Foresta Nera? Io la amo questa torta :) E si, sono un po' esaurita, nel caso ve lo steste chiedendo.

La sfida agli anticicloni continua con questa bomba calorica fuori stagione, fuori dal tempo e anche un po' fuori moda.
Trovai questa ricetta da qualche parte nel www più di un anno fa. Fatta già un paio di volte, è una garanzia. L'unico problema è che non so di chi sia, perchè allora non mi curavo -per ovvi motivi- di trascrivere l'autore sul mio quadernetto. 
A chiunque appartenga la ricetta va il mio grazie per avermela fatta scoprire.

FORESTA NERA


Per la base (stampo da 24)
4 uova intere
4 uova separate tra albumi e tuorli
50 gr di farina
40 gr di cacao amaro
60 gr di zucchero di canna
150 gr di zucchero semolato
1 bustina di vanillina (aggiunta mia)

Per la farcitura e la bagna
400 gr di panna liquida
1 bacca di vaniglia
30 gr di zucchero semolato
250 gr di amarene sciroppate
4 gr di gelatina in fogli
liquido di conservazione delle amarene
kirsch

Per la ganache
250 gr di cioccolato fondente al 70%
150 gr di panna liquida

Dobbiamo montare le quattro uova intere e i quattro tuorli con lo zucchero semolato. Io lascio le uova a temperatura ambiente per una mezza giornata (ovviamente in un ambiente non caldissimo!) e metto subito lo zucchero. Non ho mai avuto problemi, l'importante è non scoraggiarsi. Ci vogliono, ahimè, una ventina di minuti buoni.
A parte montiamo gli albumi con lo zucchero di canna. Mescoliamo la montata di tuorli e uova nella montata di albumi con un mestolo di legno.
Setacciamo la farina con il cacao ed aggiungiamola al composto di uova, mescolando dal basso verso l'alto per non smontare le uova. In ultimo, aggiungiamo anche la vanillina.
Io ho diviso l'impasto in tre ciotole e cotto i tre strati uno alla volta, versandolo nello stampo apribile da 24 all'altezza di circa un cm ed infornandolo a 180° per una decina di minuti ciascuno.
Se voi ne avete la possibilità potete metterlo sulla teglia rivestita di carta forno ricavandone  poi tre dischi.
Mettiamo le basi a raffreddare.
Prepariamo la farcia: mettiamo a bagno la gelatina nell'acqua fredda e lasciamola a riposo per 10 minuti.
Estraiamo la polpa dal baccello di vaniglia ed aggiungiamola alla panna, togliendone un paio di cucchiai che ci serviranno per sciogliere la gelatina.
Mettiamo la gelatina strizzata in un pentolino con i due cucchiai di panna e scaldiamo mescolando con una forchetta per scioglierla bene. Togliamo dal fuoco e cominciamo a montare la panna. A metà lavorazione aggiungiamo lo zucchero e la gelatina, continuando a montare.
Per comporre il dolce sistemiamo una fascia da 24 su un piatto di portata ed inseriamo il primo disco di biscuit al cacao. Bagniamo ben bene -che sennò rimane secca- con un'emulsione di kirsch e sciroppo di amarene in proporzioni che lascio a voi valutare (io ho allungato con un po' di rum per smorzare la "dolcezza" della bagna, ma...fate vobis).
Spalmiamo uno strato abbondante di panna e disponiamo sopra una dose generosa di amarene. Ripetiamo l'operazione col secondo strato (quindi: disco, bagna, amarene).
Copriamo con l'ultimo strato di biscuit, bagniamo bene e spalmiamo un sottile strato di panna su tutta la superficie della torta.
Riponiamo in freezer (si si proprio freezer!) per un'intera notte.
Il giorno dopo prepariamo la ganache. Grattugiamo il cioccolato e versiamoci sopra la panna liquida portata a bollore. Mescoliamo con un cucchiaio di legno e lasciamo intiepidire.
Una volta che la copertura sarà ben fredda riprendiamo la torta dal frigo e versiamocela sopra facendola colare su tutta la superficie.
Decoriamo a piacere con panna montata e amarene.



La sopravvissuta al Ferragosto vi augura una buona giornata :)
Mela

39 commenti:

  1. Il Ferragosto non è neanche la mia di festa. Sono stata a casa come te a grattarmi la pancia. Ma tu almeno hai sfornato una meraviglia :D La Foresta Nera è una delle mie torte preferite. Sei li tranquilla che mastichi e all'improvviso ti esplode in bocca un sapore di amarene che è la fine del mondo. Goduria allo stato puro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. meno male non sono la sola a trattare il ferragosto come una domenica "imprevista" in una altrimenti normale settimana :) Ciao vale!

      Elimina
  2. anche io la adoro e la tua sembra ottima oltre ad essere bellissima! i miei complimenti!!!adoravo ferragosto quando ero vivevo al sud...da allora tutto è cambiato! ma fa parte della vita...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Aleee! Ti dirò, anche qui in toscana si festeggia, però io proprio non me la sento ;)

      Elimina
  3. non ho mai provato questa torta, ma visto che a casa amano follemente il cioccolato ...farei una gradita sorpresa! la tua è molto invitante...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Capisco benissimo, anche qui da me SOLO cioccolato :) è una delle mie preferite, te la consiglio!

      Elimina
  4. troppo bella, meravigliose le foto!che dire? hai già detto tutto tu... ;-P

    RispondiElimina
  5. ps: e poi io amo tutto ciò che è demodè! io sono demodè!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahah è bellissimo essere demodè :) Grazie Aria, un bacione

      Elimina
  6. bellissime le foto e golosissima la torta, mi sento molto demodè anche io!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Laura! Solo la parola "demodè" è un amore :) W i demodè! Un bacio

      Elimina
  7. Ciao, ma che bellissime foto e che meravigliosa torta.....sarà anche demodè ma sicuramente è buonisssssssssssssssssssssssima!!!
    Baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Laura questa torta è un delirio! Grazie, un bacioo

      Elimina
  8. Cara Norma...anche per me ferragosto non è il massimo delle feste...ieri l'ho passato a casa dei miei in campagna con il mio compagno...relax e tranquillità! Che dire della tua foresta nera? Semplicemente pazzesca, non l'ho mai provata a fare...tenterò presto! E stupende le foto! Un bacio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. hai fatto bene Margò! Io ero sprovvista di compagno e di campagna ;) E' più facile a farsi che a dirsi la foresta nera, e poi è buonissima! Grazie della visita, un bacio!

      Elimina
  9. interessante il tuo blog e tu sei molto simpatica, mi sono appena iscritta 37 ti va di ricambiare? grazie!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Giovanna, grazie! Ma non vedo il link del tuo blog sul profilo, me lo scrivi qui nei commenti?

      Elimina
  10. giornata tranquilla ma se avessi avuto sta torta sarebbe stato meglio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Lucy, grazie di essere passata! Si, le giornate si passano decisamente meglio con una fettona di torta al cioccolato e panna :)

      Elimina
  11. Che delizia e che foto! Dovresti darmi ripetizioni!!! E anche una fettina di torta!
    Buona giornata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Chiara, Grazie :)) Anche due di fette, è grande! Un bacio

      Elimina
  12. Complimenti deve essere buonissima...brava!!!

    RispondiElimina
  13. Ciao Norma, pure io non è che amo ferragosto...ma devo dire tutte le feste comandate in genere...se non fosse perchè non si va al lavoro...
    Grazie do essere passasta da me, la foresta nera non è mai demodè!...e se non sbaglio quella tortiera è simile alla mia, made Ikea?
    Ciao!

    RispondiElimina
  14. "di" essere passata da me...non riesco mai a corregere prima di schiacciare il tasto invio..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. è vero, il risvolto positivo è che non si lavoraaa :)) Sii, è proprio l'alzatina dell'ikea! Ciao Mila :)

      Elimina
  15. Ciao!!!
    Oltre che essere buonissima è anche buonissima!!!!
    Passo a prenderne una fetta!!!!
    Se ti va passa per un saluto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Monica grazie!!!! Passo a trovarti :) Un abbraccio

      Elimina
  16. Cielo, che bontà!!! ma...hai uno studio fotografico in casa? :D wow che foto!!!
    PS: anche io detesto il ferragosto, come quasi tutte le feste comandate e il divertimento a tutti i costi. Olé

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per i bei commenti che mi hai lasciato, mi fanno piacere!!! Seh, magari, ho piuttosto la casa invasa di cianfrusaglie made in china rattoppate ad attrezzature home made ;) Fotografia del riciclo :) Un bacio bella!

      Elimina
    2. muahahahha...un pò come me :D

      Elimina
  17. ciao Norma, piacere di conoscere il tuo blog che è davvero molto bello, le foto sono strepitose, complimenti ciao kiara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Kiara, grazie mille il piacere è mio! Un abbraccio, a presto!

      Elimina
  18. Questa torta l.ho assaggiata per la prima volta proprio quando sono andata alla Foresta Nera, e questa ricetta deve essere ottima! Complimenti per le foto;-) e grazie ancora,Cinzia

    RispondiElimina
  19. Risposte
    1. Grazie mille Bruna!!! Un abbraccio, a presto!

      Elimina
  20. Undeniably consider that that you stated. Your favorite reason
    seemed to be on the internet the easiest factor to have in
    mind of. I say to you, I definitely get irked even as folks think about worries
    that they plainly do not understand about. You managed to hit
    the nail upon the top as smartly as defined out the entire
    thing with no need side effect , other people can take a signal.
    Will probably be again to get more. Thank you

    My weblog - click here

    RispondiElimina
  21. Spruce Head rosacea doctor

    Visit my web-site: Silas rosacea specialist

    RispondiElimina