sabato 4 agosto 2012

Bignè all'aglio e rosmarino

Prima di decidermi a fare i bignè ci ho messo quasi un anno. Un po' perchè non mi piacciono molto (ricordo di compleanni trash anni '90), un po' perchè temevo di vederli afflosciarsi mestamente una volta usciti dal forno - con tanto di pfffff beffardo- io intorno a sti bignè c'ho girato intorno una vita.
Per poi scoprire, in un pomeriggio di coraggio, che la pasta choux è una delle preparazioni più facili e soddisfacenti che abbia mai provato.
Specie se salata ;) 
Se poi ci butti un trito di aglio e rosmarino...

Un bignè tira l'altro! Si possono farcire come volete (mousse al prosciutto, salmone, philadelphia, formaggi e chi più ne ha più ne metta).
Io ho optato per l'accoppiata vincente: pecorino e crudo :)

PASTA CHOUX ALL'AGLIO E ROSMARINO


(per una venticinquina di bignè)

130 gr farina
80 gr burro
250 ml latte (sostituibile in tutto o in parte con acqua)
3 uova
sale
pepe
rosmarino

Per farcire:

Pecorino
Prosciutto crudo
Quello che vi pare ;)

Prendiamo due rametti di rosmarino e un bello spicchio d'aglio (vi sembra tanto? v'assicuro che non si sente molto e se vi piace l'aglio aumentate pure a piacere) e sminuzziamo con la mezzaluna.
Mettiamo in un pentolino il burro con il latte e aggiungiamo un pizzico di sale, una grattata di pepe nero e il trito di aglio e rosmarino. Portiamo ad ebollizione.
Adesso togliamo dal fuoco ed aggiungiamo la farina. Amalgamiamo bene col cucchiaio di legno e rimettiamo sul fuoco. Dobbiamo mescolare continuamente sino a che il composto non inizierà a "sfrigolare" (letteralmente) e la pasta diventerà una palla compatta che si stacca uniformemente dalle pareti del pentolino (se non l'avete mai fatta non vi preoccupate: ve ne accorgerete subito!)
Togliamo dal fuoco e trasferiamo l'impasto in una terrina. Lasciamo intiepidire. Quando sarà quasi freddo è il momento di aggiungere le uova: le buttiamo nell'impasto una ad una, amalgamandola bene prima di inserire le altre.
All'inizio sembrerà durissimo, ma una volta incorporate le uova assumerà l'aspetto e la consistenza di una crema soda.
Trasferiamo il composto nella tasca da pasticcere e formiamo dei mucchietti della grandezza desiderata sulla teglia rivestita di carta forno. 
Inforniamo a 200° per una trentina di minuti.
Una volta terminata la cottura è opportuno abbassare il forno a circa 150° e lasciarli asciugare nel forno leggermente aperto (a me ci sono voluti circa 10/15 minuti).
Io ho preparato i bignè di mattina, fatti freddare e riposti in un sacchetto. Al momento di servire ho aperto il bignè, messo sul fondo scaglie di pecorino e scaldato un paio di minuti nel forno affinchè si sciogliesse e farcito poi col prosciutto.

Si può omettere aglio e rosmarino per un gusto neutro o anche aggiungere un cucchiaino di zucchero al posto del sale per le preparazioni dolci. E' comunque ottima. Io ho utilizzato il latte al posto dell'acqua per ottenere un colore più deciso -conferisce un aspetto "abbronzato":) al bignè - ma con l'acqua la procedura è la stessa e il gusto ugualmente perfetto.










































































































Buon fine settimana! 
Mela

7 commenti:

  1. piacere di conoscerti!!! blog elegantissimo!

    RispondiElimina
  2. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Aria!!! Il piacere è mio, ti leggevo sempre anche prima di aprire il blog :)

      Elimina
  3. Eh vabbé, io adesso mi dimetto :D

    Ma bravissima! sono bellissimi, più di quelli del forno...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. tsè, macchè dimetti e dimetti :) Piuttosto, caccia la ricetta dei bocconcini marzapane e pistacchio :)))

      Elimina
    2. muahahahaha....aridaje :D

      Elimina
  4. Norma, fammi uno stage di still life ti prego, io non ti sopporto più con queste foto meravigliose, ma come si fa?!? ;)

    RispondiElimina